IL PARNASO E LA “COLTURA” DELLE LINGUE LOCALI: GEMELLAGGIO TRA LA LINGUA SICILIANA E QUELLA NAPOLETANA

Ultimo appuntamento per il Concorso di poesia “Il Parnaso – Premio Angelo La Vecchia” della edizione 2020 – 2021 ormai conclusa. “Siamo alle porte dell’avvio della VII edizione, è vero” afferma Calogero La Vecchia “ma abbiamo voluto chiudere la serie di incontri con uno emblematico e importante…. Il Concorso si espande sempre più in tutto il mondo” continua Calogero La Vecchia “ma l’anima di questo concorso si trova qua in terra di Sicilia e la “Poesia” del Parnaso nasce con questa terra impastata con la nostra meravigliosa lingua!”.

Durante la serata ci saranno le premiazioni della sezione dedicata appunto alle “Lingue locali” e due premiati in questa sezione presenteranno i loro libri. Il canicattinese Lillo Curto artista scultore molto conosciuto, presenterà “Nun sunnu poesii, nun sugnu poeta” una pregevole raccolta di poesie in lingua siciliana che contiene proprio il suo vissuto in un percorso di emozioni, luoghi e persone. La serata vedrà la qualificata presenza del poeta partenopeo Enrico Del Gaudio che presenta una raccolta molto interessante di poesie in lingua napoletana con la traduzione in siciliano. Enrico Del Gaudio è un professionista che si dedica alla cultura figlia della sua terra ma è sempre alla ricerca di nuovi stimoli che lo portano continuamente al confronto e alla condivisione. Da questa sua ricerca nasce il desiderio di confrontarsi con la lingua siciliana in questo suo libro “Ciento lire ‘e puisia”.

La serata che si terrà a Palazzo Lombardo in corso Umberto a Canicattì prevede la premiazione legata al ricordo del prof. Giuseppe Jannuzzo. Sarà presente la figlia Gabriella che premierà personalmente il poeta Francesco Accurso Tagano e consegnerà una targa alla memoria di Nino Romano che ha scritto l’altra poesia premiata, scomparso pochi mesi fa.

Durante la serata il direttore artistico prof. Calogero La Vecchia presenterà la VII edizione alla presenza dell’ospite dott. Francesco Lo Cascio, presidente del Club Alpino Sicilia che anche quest’anno darà il patrocinio al Concorso.

Serena Piccolo presenterà “Ciento lire ‘e puisie” di Enrico Del Gaudio e converserà con l’autore. Calogero La Vecchia si occuperà della presentazione del libro di Lillo Curto. Lettori: Patrizia Amato, Totò Castellano, Melania Curto, Carmela Messina, Roberta Pantalena, Silvana Rinallo. Il maestro Roberto Puccio partecipa con la sua chitarra.

“La presenza del viaggiatore piazzista del Parnaso, prof. Gaetano Augello, ci è stata assicurata dai vertici del Parnaso” conclude Gero la Vecchia “che hanno dato allo stesso ampia delega di favella.”

____________________________________

“Il Parnaso e la ‘coltura’ delle lingue locali: gemellaggio tra la lingua siciliana con quella napoletana”Canicattì, 10 settembre 2021 ore 19 – Palazzo Bordonaro, Corso Umberto I, 35.