ImmagineSplendidi orecchini in pizzo, gli stessi della tradizione siciliana. Sono i gioielli di Paola Parinello, architetto palermitano. La storia inizia come una leggenda e approda a Milano.

Nina Moric li ha visti da un’amica e così li ha voluti. Stiamo parlando dei gioielli in pizzo di Paola Parinello, un architetto di Palermo.
Nina era attesa al prestigioso hotel Park Hyatt per un servizio fotografico e quegli orecchini dai delicati motivi floreali che ha visto ai lobi dell’amica e collaboratrice, Giorgia Farina, erano ideali per l’occasione.

Giorgia è anche la responsabile commerciale di Nina Moric, ed essendo palermitana, non è la prima volta che indossa i gioielli in pizzo della Parinello. Con lei anche altri personaggi della televisione e dello spettacolo come Susanna Messaggio, Barbara Snellenburg, Justine Mattera, Guendalina Canessa ed Ellen Hidding.

Gli orecchini indossati dalla Moric, ex moglie di Fabrizio Corona, sono stati ripresi dal fido obiettivo del noto fotografo Marco Ferrero, meglio conosciuto come Iconize. Tra i suoi scatti sono finiti anche altri personaggi del mondo della moda e dello show-business, come la figlia del cantante Eros, Aurora Ramazzotti, il rapper Emis Killa, il modello Mariano di Vaio e due fashion blogger come Chiara Biasi e Chiara Nasti.

Chissà dunque che questa non sia la volta buona per un lancio in orbita della P&P Design, il marchio che l’architetto di Palermo ha realizzato per lanciare la sua linea di monili in pizzo chiacchierino.
Leggeri, morbidi, ma non per questo semplici, i gioielli di Paola Parinello prendono le rime dai noti decori della tradizione siciliana del ricamo. Assieme ai fili di cotone dalla preziosa doratura, intrecciata alle geometrie più classiche, anche pietre come le perle, che donano fascino e luce al viso di ogni donna.

La sua creatrice si è laureata in Architettura nel non troppo lontano 2000; solo due anni fa, nel marzo 2012, è entrata a far parte del progetto “Gioielli in pizzo” e da lì, in pochi mesi, è nata la sua P&P Design.
Paola non è la sola a realizzare monili con il prezioso ricamo; dalla Toscana a Milano e persino Oltreoceano, sono diverse le persone che hanno capito le potenzialità del filato come materiale, ma è sicuramente la prima ad essere arrivata all’élite.

Ma non fatevi ingannare dalla sua struttura sottile e delicata: grazie alla sua versatilità ed eleganza, il pizzo è infatti in grado di assumere le più diverse forme. Una volta elaborato, tra splendidi disegni e complesse geometrie, non solo si presta benissimo a diventare orecchino, ma anche bracciale, collier, ciondolo.

Quegli scatti con Nina e gli orecchini sono finiti anche tra le mani degli stylist della Moric, e stanno facendo il giro d’Italia e del mondo attraverso l’account Instagram di Ferrero. Alla P&P Design tengono incrociate le dita: chissà che il pizzo non diventi una mania nazionale.
Per dare un’occhiata alle creazioni di Paola Parrinello e per acquistarle, non resta che scandagliare il web e le principali piattaforme social; lo showroom di Paola è a Palermo, in via La Farina 13/a.

Autore | Enrica Bartalotta