Infermiere ai domiciliari per aver sedato e poi derubato un paziente. La polizia ha fermato il 42enne Lorenzo Leardo, in servizio al reparto di pneumologia dell'ospedale Papardo di Messina. È accusato di aver sedato e poi derubato di 100 euro e della carta di credito un 70enne ricoverato nel nosocomio.

I figli hanno trovato il genitore intontito e in stato confusionale, tanto che non riusciva a riconoscerli. L'uomo ha raccontato che l'infermiere gli aveva fatto una flebo spiegandogli che l'avrebbe aiutato a stare meglio. In più sottolineando che non ne avrebbe dovuto far parola con nessuno, come se si trattasse di un trattamento di favore.

Gli accertamenti avviati dallo staff medico sul paziente hanno confermato la somministrazione di benzodiazepine, non previste nella terapia del paziente. La polizia ha scoperto l'identità dell'infermiere, che potrebbe essere responsabile anche di altri episodi verificatisi nello stesso ospedale. Il nosocomio, ovviamente, ieri stesso ha disposto la sospensione cautelare dal servizio dell'infermiere.


Fonte: LiveSicilia