Dopo lo scirocco e i devastanti incendi degli ultimi giorni, arriva la pioggia in Sicilia. Una perturbazione proveniente dalla Francia è piombata sul Mediterraneo occidentale, interessando tutta la penisola italiana. Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte e Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata, in particolare sui settori interni. Questi fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base delle previsioni la Protezione civile ha valutato per la giornata di oggi allerta gialla sulla gran parte della Penisola: settori alpini e prealpini lombardi, buona parte del Piemonte, del Veneto, dell'Emilia Romagna e della Toscana, oltre che tutto il centro-sud e i settori settentrionali della Sicilia. La pioggia nell'isola chiude una settimana di passione sul fronte del meteo e non solo. Il forte scirocco si è unito agli incendi bruciando letteralmente soprattutto la provincia di Palermo con danni per 30 milioni.

Ad ogni modo, oggi al sud sono previste generalmente condizioni di bel tempo con cieli poco nuvolosi o a tratti parzialmente velati. Temperature in rialzo sulle Adriatiche, massime tra 24 e 28. Domani, invece, al nord tempo stabile e soleggiato, con al più qualche addensamento sui settori di nord-ovest, specie a ridosso dei monti.

Temperature in aumento, massime comprese tra 25 e 29. Al centro prevalenza di schiarite, seppur con maggiore variabilità nelle zone interne con locali acquazzoni nelle ore pomeridiane. Temperature in rialzo, massime tra 23 e 27. Al sud tempo in prevalenza stabile e soleggiato con transito di velature. Isolati temporali pomeridiani possibili in Appennino. Temperature in ascesa, massime tra 25 e 29.