La befana, nella sua calza, metterà anche la neve. La giornata dell'Epifania, infatti, potrerà un netto peggioramento delle condizioni meteo, con neve localmente intensa su alcuni settori del nostro Paese. Da sabato 6 gennaio un ciclone un ciclone atlantico che si posizionerà tra Francia e Spagna richiamerà venti caldi africani e saranno le regioni settentrionali, le prime ad essere raggiunte dalle precipitazioni.

Neve sui settori alpini occidentali a partire dai 1000, più su sulle Alpi orientali. Abbondanti nevicate soprattutto sul cuneese, ma anche in val d'Ossola, sul biellese torinese e in Val d'Aosta. La quota neve dei settori prealpini, spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it, più esposti ai venti caldi africani, partirà dai 1400 metri circa, ma tendente a diminuire dalla sera. Quota più bassa sul Piemonte.