ROMA – La dieta mediterranea allunga davvero la vita e la prova risiede nei cromosomi. Il consiglio degli esperti, questa volta, è provato. 

La prova di quanto affermano i ricercatori risiede nell’analisi del cromosoma della longevità, i telomeri.  E’ attraverso un importante studio portato avanti negli Stati Uniti a proposito dell'efficacia della dieta mediterranea che oggi è possibile dare valore scientifico a quanto da sempre ipotizzato. Sono infatti i telomeri (cromosomi noti per essere associati alla longevità dell'individuo) ad essere interessati dalla ricerca. 

Lo studio è stato condotto su un campione di 4.676 donne. La loro longevità è stata studiata in concomitanza alle loro diete (e al loro stile di vita) contrapposto allo studio minuzioso dei loro cromosomi (nello specifico dei loro telomeri). 

In medicina 

chi possiede telomeri lunghi ha un’aspettativa di vita più lunga. Di contro chi possiede telomeri corti, presenta un’aspettativa di vita molto bassa. 

 

La scoperta e la conferma dell'efficacia delle dieta mediterranea risiede nell'analisi che ha portato alla luce un dato concreto: la presenza di telomeri più corti è da attribuire a tutte quelle persone che fumano, che soffrono di obesità e che assumono con costanza bevande zuccherate, tutti "vizi" che NON sono presenti nella dieta mediterranea. 

 

Le donne che invece seguono i principi della suddetta dieta presentano telomeri più lunghi e, per questo, una presunta longevità assicurata.

La sintesi dello studio:

A tutte le donne analizzate (circa 4.600 persone) è stato somministrato un test sulle loro abitudini alimentari. Il risultato del questionario ha fatto emergere come, chi seguisse una dieta mediterranea, fosse in possesso di telomeri più lunghi. Chi invece conduce una vita frenetica (che spesso confluisce in una alimentazione poco sana) presenta telomeri più corti.