Disegno di legge per tre mesi allora per la giunta regionale di governo con utilizzo di un quarto di bilancio di previsione. Questo è l'esito dato dallaresa dei conti che si è messa in atto all'interno del palazzo regionale e dove il presidente Crocetta ha dato mandato ufficialmente della presa di posizione nonostante la norma che doveva arrivare lunedì, e dove "si è vista" solo una parte nella serata di mercoledì, con tutta la trafila da mettere in atto, con la commissioni di merito e di bilancio quindi un percorso che si concluderà nella giornata del 29 per essere approvata il 31.

Una situazione abbastanza "ridicola" visto il tempo che si ha nel voler fare e sopratutto quando ci sono le intenzioni di agire, ma sappiamo bene che nel palazzo dell'Ars tanti sono i motivi a cui i deputati si scambiano le loro opinioni e dove i toni non sono dei più pacati e plausibili, contornati da ingiurie e nefandezze che a volte cadono nel ridicolo..Quindi un iter burocratico da quantificare sempre e ovunque e difficile da prevedere ! 

Rimane alto il rischio di incostituzionalità sulla proroga dei contratti dei precari in quanto non vi è un progetto valido per la stabilizzazione e il futuro della categoria con fondi da reperire e preoccupazione che vien da sè se si pensa che si debba trovare una soluzione in pochi giorni. Soluzioni dell'ultimo minuto che trovano bocciatura da parte di tutti i lavoratori e sindacati, con una confusione che ormai fà parte della politica regionale e sopratutto mentale dei cittadini che non trovano nel governo un alleato fattibile chiunque sia al timone. Un percorso di attesa quindi che deve far riflettere a cosa si và incontro tra incognite e speranze che attualmente nessuno può dare e prevedere !

 

Antonio David