Olivia Calì e Caterina Mazzola, rispettivamente mamma e zia della piccola Giulia Mazzola, sono indagate per omicidio colposo. La bimba, che avrebbe compiuto a breve 7 anni, è morta in un tragico incidente avvenuto lo scorso lunedì (Leggi qui). Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, le due donne si trovavano alla guida e sul sedile anteriore dell'auto, una Volkswagen Golf, che si è scontrata con una Hyundai i20. Giulia era in braccio alla madre. Stessa ipotesi di reato per Francesco Roccapalumba, che guidava con la moglie a bordo.

A differenza di quanto ipotizzato in un primo momento, la bimba è stata portata fuori dall'auto da qualcuno, nel tentativo di prestare soccorso. Non è quindi stata sbalzata a causa dell'impatto. Fatale l'apertura dell'airbag, che le avrebbe portato indietro la testa con violenza.

Come riporta PalermoToday:

In quell'unico incidente sono state “contate” diverse violazioni del Codice della strada come il mancato rispetto della precedenza, il mancato utilizzo delle cinture e del seggiolino, necessario per i bambini sotto i 150 centimetri e da posizionare nel sedile posteriore. “Ci spiace enormemente – spiega a PalermoToday il comandante dei vigili Vincenzo Messina – per quanto è accaduto. Per strada notiamo sempre molta imperizia, superficialità e arroganza. Lavoriamo molto sulla prevenzione e facciamo quel che possiamo, considerato che siamo 1.353 (di cui 107 part time) e con una carenza d’organico di ulteriori 998 unità, sul fronte della repressione”.