LA PESCA BIANCA  MONTAGNOLA DI BIVONANella zona dell'alta valle del Platani, nella splendida cornice dei monti Sicani e delle col­line circostanti si estende la coltivazione della pesca di Bivona o “montagnola”, come comunemente viene definiita, a rimarcare la provenienza da una area caratterizzata da una orografia collinare e montana.
Nell’ultimo decennio si è assistito ad un processo di continua espansione della peschi­coltura che ha interessato anche i comprensori limitrofi..
La superficie investita con questa tipologia di pesca in Sicilia supera i 150 ha, con una produzione complessiva stimabile in circa 35.000 quintali.

Il clima mite in queste zone ha permesso e favorito l’ottenimento di produzioni con peculiari caratteristiche organolettiche e merceologiche: polpa bianca e soda talvolta solcata da venature rosee tendenti al rosso, sapore dolce e aromatico.

Le prime pesche vengono raccolte alla fine di agosto e proseguono fino alla prima settimana di ottobre; questo fa si che il frutto sull'albero si lasci baciare dal caldo sole di Sicilia per tutto il periodo estivo, accumulando dolcezza e profumo.

Questo tipo di pesca risulta resistente alle manipolazioni ed al trasporto.

Foto: http://www.bivonaonline.it/