PALERMO – La salma del giudice Giovanni Falcone è stata trasferita dalla tomba monumentale del cimitero di Sant'Orsola di Palermo alla chiesa di San Domenico. La nuova sepoltura sarà visitabile a partire dal prossimo 23 giugno, data in cui sarà inaugurata con una cerimonia solenne.

Si è svolta ieri mattina una semplice funzione di estumulazione e traslazione, che ha portato nel "pantheon" dei siciliani illustri (dove sono sepolti tra gli altri Francesco Crispi, Camillo Finocchiaro Aprile e Ruggero Settimo) le spoglie del magistrato ucciso dalla mafia nel 1992: al cimitero erano presenti i nipoti di Falcone, Vincenzo e Claudio di Fresco, mentre ad attendere la bara in chiesa c'erano le sorelle, Maria e Anna Falcone, insieme ad altri familiari del giudice.

Soltanto pochi giorni fa, in occasione dell'anniversario della strage di Capaci, si sono svolte le manifestazioni in memoria del magistrato, della moglie Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, che persero la vita insieme a loro.

Ad annunciare il trasferimento della salma di Giovanni Falcone presso la chiesa di San Domenico era stata Maria Falcone, all'inizio dell'anno. Il nuovo sepolcro è stato realizzato recentemente: la salma è stata riposta nella zona antistante il monumento funebre di Emerico Amari.

Articoli correlati