ROMA – Contro ogni logica, contro ogni ipotesi visto l'andamento dell'economia siciliana, spunta un dato allarmante. La Sicilia spende 1 miliardo di euro nel gioco d'azzardo. Nella media nazionale, la Sicilia influisce con il 7% degli introiti.I protagonisti (su scala nazionale) di questi dati così allarmanti sono 400.000 bambini di età compresa fra i 7 e i 9 anni e 800.000 giovani compresi fra i 10 e i 17 anni di età. 

A comandare la classifica del vizio del gioco d'azzardo in Sicilia troviamo la città di Palermo, con una percentuale del 6,64%. Segue Trapani con una percentuale del 5,88% ed ancora Messina con il 5,54%. 

Tra le altre province si registra il 5,10% di Catania, il 4,98% di Siracusa, il 4,94% di Agrigento, il 4,80% di Caltanissetta e infine il 3,59% di Enna. Di oltre 1 miliardo di euro, la spesa totale per i giochi, che corrisponde al 6,2% del dato nazionale.

(fonte SiciliaInformazioni)