MODICA (RAGUSA) – Un modicano di 45 anni avrebbe messo a segno diversi furti in abitazione nel periodo delle vacanze natalizie a Modica, riuscendo a portare via oggetti per circa 30mila euro. Il ladro è stato incastrato in virtù delle impronte lasciate su una bottiglia di whisky. Le indagini sono partite dopo diverse denunce di furto in abitazioni di campagna in contrada Balata Minusa, avvenuti la notte della vigilia di Natale 2017.

All’interno di due delle case svaligiate su numerose suppellettili ed elettrodomestici furono rinvenute alcune impronte. In particolare su una bottiglia di noto whisky rubata nella prima abitazione e lasciata nella seconda. Le impronte sono state inviate ai laboratori di dattiloscopia del Ris di Messina, dove con accurate tecniche digitali vengono confrontate nei celebri punti di sovrapponibilità, e da lì un’accurata relazione tecnica inviata dagli esperti dell’arma all’autorità giudiziaria iblea.

Il pm che ha diretto le indagini, ritenendo che ci fossero gravi indizi di colpevolezza e valutata la completezza del quadro probatorio, ha richiesto l’emissione della misura cautelare. La refurtiva che ammontava ad oltre 30.000 euro è stata parzialmente trovata. Al termine delle formalità di rito, il 45enne è stato portato nel carcere di Ragusa dove sconterà un anno e 7 mesi di reclusione.