Dopo aver lasciato incustodito il proprio fucile, un cacciatore è rimasto ucciso durante una battuta di caccia. A premere il grilletto sarebbe stato il suo cane. L’incredibile episodio è accaduto nella regione russa di Saratov nei pressi del fiume Volga, dove l’incidente è costato la vita a Sergei Terekhov. L'uomo, 64 anni, insieme al fratello è arrivato in auto in prossimità dell’area dove la coppia avrebbe dovuto cacciare.  

Quando hanno aperto il portellone posteriore, i cani sono usciti dall’auto. I segugi sono affettuosamente saltati addosso al padrone e uno degli animali ha finito per tirare il grilletto del fucile che in quel momento aveva appoggiato imprudentemente sul suo ginocchio: il cacciatore è stato colpito all’addome ed è morto in ospedale.  

"Era un cacciatore abbastanza esperto. Era sobrio e aveva il porto d’armi. Tutto era in ordine. È stato un incidente", ha spiegato un amico.