Ha lasciato in eredità un patrimonio di 800.000 euro, ma nessuno si è occupato del suo funerale: è la triste storia di Fiorella, insegnante elementare in pensione, scomparsa lo scorso 18 marzo e da allora in attesa di sepoltura in una cella frigorifera dell'obitorio di Pisa.

Vedova di un docente, la donna non ha eredi o parenti: ha lasciato case ed altri beni all'Università di Pisa, affinché venissero date borse di studio a studenti meritevoli o indigenti, e a due associazioni di tutela degli animali, una delle quali ha poi smesso di operare.

Il lascito, però, è rimasto fermo: nessuno ha dato esecuzione alle ultime volontà della donna, neanche per il funerale. Il vicepresidente del Consiglio Comunale di Pisa, Riccardo Buscemi, si è impegnato per sbloccare la situazione, senza però ancora riuscirsi.

La signora, al momento del testamento, non avrebbe pensato al funerale e non vi avrebbe destinato risorse. L'ateneo, a quanto pare, ha risposto alle sollecitazioni di pagare in anticipo le spese funerarie, affermando che potrebbe farlo eventualmente per una parte, in quanto nonsono gli unici eredi.