Lei affermato giudice, lui “affermato” delinquente. Entrambi hanno frequentato le stessa scuola media, ma mai e poi mai si sarebbero aspettati di rivedersi in questa circostanza.

Stiamo parlando infatti di un emozionante incontro in tribunale di due ex compagni di scuola. Nonostante le loro vite abbiano preso strade diverse, entrambi hanno mantenuto un caro ricordo dell'altro.

Ci troviamo nella contea di Miami- Dade, in Florida. La giudice Mindy Glazer sta processando Arthur Booth, 49 anni, accusato di furto con scasso, rapina, fuga e resistenza all'arresto. Dopo aver fissato la cauzione a 43mila dollari, la giudice decide di porre un'ultima domanda all'imputato:
Volevo chiederle una cosa: ha fatto le scuole medie alla Nautilus?”

A quel punto, Booth capisce e scoppia in lacrime, esclamando a gran voce “O mio Dio! O mio Dio! O mio Dio!”. Ad averlo appena giudicato è stata infatti una sua ex compagna di scuola, la quale continuando a rivolgersi a lui (nonché a tutti i presenti):
Mi dispiace vederla qui, mi chiedo cosa le sia successo. Era il più dolce di tutti i ragazzi alle scuole medie, era il migliore di tutti. Giocavamo insieme a football, e guardate cosa è successo.”

 

Secondo fonti certe e come si evince dal portale della Repubblica, Arthur Booth era stato beccato alla guida di un auto sospetta, probabilmente coinvolta in un furto. Dopo (vani) tentativi di fuga e due incidenti, la polizia riesce ad arrestare la corsa dell'uomo.

 

La giudice Glazer ha infine voluto concludere la seduta con parole di speranza e d'affetto:
Mi dispiace tanto vederla qui, signor Booth. Spero riuscirà a cambiare strada, buona fortuna. L'unica cosa davvero triste è quanto siamo invecchiati, ma spero che possa superare tutto questo e rifarsi una vita.”

Non capita tutti i giorni di sentir parlare dell'incontro in tribunale di due ex compagni di scuola, motivo in più per guardare questo emozionante video.