Cinque dipendenti del Comune di Misilmeri sono stati licenziati. Erano rimasti coinvolti in un'inchiesta dei carabinieri, che a giugno avevano svolto indagini su un totale di dieci dipendenti dell'amministrazione. Erano formalmente in ufficio, ma in realtà andavano a sbrigare commissioni personali.

Dagli approfondimenti effettuati dalle forze dell'ordine è emerso che "oltre la metà degli impiegati comunali si assentava sistematicamente durante l’orario di lavoro per effettuare varie commissioni personali. E’ emerso inoltre che la registrazione dell’orario di servizio dei dipendenti non presenti sul luogo di lavoro veniva spesso garantita da altri colleghi che timbravano in entrata/uscita per conto degli assenti".