CANICATTINI BAGNI (SIRACUSA) – Ha trascorso il Capodanno con la sua famiglia a Canicattini Bagni, in provincia di Siracusa, Luca Scatà, l’agente di polizia di 29 anni che il 23 dicembre scorso ha ucciso a Sesto San Giovanni Anis Amri, il tunisino ricercato per la strage di Berlino.

Il giovane agente è arrivato nel suo paese dopo giorni di attesa e nel massimo riserbo. Infatti sono stati potenziati i controlli da parte della polizia nel paese e vicino all’abitazione della sua famiglia, per ragioni di sicurezza.

Riserbo e silenzio, peraltro, sono il filo conduttore di questi giorni di breve permanenza del giovane a casa dei suoi genitori, che si sono stretti intorno a lui insieme agli altri familiari, per trascorrere queste giornate in serenità e pace nonostante il clamore. La necessità, adesso, è di ritrovare un equilibrio e tornare alla vita tranquilla di sempre.

LEGGI ANCHE:

Piccolo giallo su Luca Scatà, poliziotto eroe che ha ucciso l’attentatore di Berlino
 

“Divisa possibile bersaglio”: dopo l’uccisione di Amri, è allerta terrorismo