Lutto nella radio siciliana. È morto Gioacchino Caponetto, noto speaker di Radio Time. Aveva 59 anni.

Negli ultimi mesi, Caponetto aveva spesso raccontato sui social media il momento difficile che stava attraversando legato alla malattia che lo aveva colpito. In tanti gli erano stati vicini, colleghi e amici.

Sul suo profilo Facebook il triste annuncio: “Amici, questa notte Capo è salito in cielo. Ci piace pensare che abbia solo cambiato frequenza, che da lassù continuerà ad intrattenerci con i suoi soliti cuore e pancia. A breve vi comunicheremo data e luogo dei funerali”.

Una vita dedicata alla radio, speaker dal 1976, Caponnetto è stato la voce ufficiale di tante manifestazioni ricevendo anche riconoscimenti tra cui, nel 2003, un premio nazionale dedicato a Franco e Ciccio per il settore comunicazione.

Gioacchino Caponetto, speaker di Radio Time.

Il post di Radio Time

I colleghi di Radio Time hanno così dato la notizia della scomparsa di Gioacchino Caponetto:

“Poche ore fa si è spento un altro pezzo di Storia della Radiofonia Palermitana, La Voce: Gioacchino Caponetto. Il nostro ‘Capo’ è volato in cielo dopo una lunga sofferenza, ha combattuto con grande tenacia la malattia, nella speranza di tornare ai suoi microfoni, qui, in diretta, nell’acquario di Radio Time, laddove ha trascorso quasi tutta la sua vita e dove nell’ultimo anno ha sempre trovato la forza, il coraggio e la spinta primaria per lottare. La Radio è stata la sua vita, Radio Time la sua casa, lui il veterano della familytime….era già quì prima che tutto cominciasse. Non ci sono parole che possano esprimere il dolore di questa immensa perdita.

Radio time oggi piange l’uomo, l’amico, il fratello, lo “zio”, “il compá”, il mentore, il grande professionista, il grande speaker, il buongiorno di tanti ascoltatori, la voce per eccellenza, un pezzo importante di sè. Custodiamo con immenso affetto i ricordi più belli, ci stringiamo forti intorno alla sorella Francesca, al cognato Salvo, ai nipoti e a Maria Grazia, amica devota e angelo in terra in questo periodo di sofferenza e preghiamo per l’anima dell’ uomo che per decenni ha indossato l’etere, portando gioia e buon umore nelle case di ogni suo ascoltatore….
Diamo voce alla sua gratitudine nei confronti di tutti coloro che lo hanno incoraggiato, assistito e accudito nella malattia ed in particolare agli operatori della Samot Palermo ed al personale medico-sanitario dell’Hospice La Maddalena, per i quali ha avuto parole di grande stima professionale ed umana e dei quali si era ripromesso di parlare per esprimere appieno i suoi più grandi apprezzamenti. Ciao Capuzzo, che la terra ti sia lieve”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati