È morto a Palermo Franco Padiglione, uno degli orafi storici della città. Artigiano di origini napoletane, era stato adottato dal capoluogo siciliano. Si è spento all’età di 85 anni, nel giorno di Pasqua.

Addio Franco Padiglione

Padiglione ha imparato il mestiere da giovanissimo, muovendo i primi passi all’età di 14 anni. Un’attività che adesso prosegue il figlio. Tre generazioni di orafi hanno creato tanti capolavori italiani dell’alta gioielleria. Vero cultore della bellezza, ha aperto il suo atelier di Palermo nel 1958, rendendolo subito luogo d’incontro per chi era in cerca di un monile speciale.

Coralli, pietre preziose di ogni tipo e materiali di pregio hanno impreziosito i gioielli, spesso creati su misura e su disegni uniti. I gioielli creati da Franco Padiglione sono stati esposti in tante mostre internazionali.

In particolare una collana venne appositamente creata e donata all’étoile Carla Fracci, che l’ha indossata in tante occasioni.

La vetrina dello showroom risplende di creazioni che non possono passare inosservate, non solo per i materiali impiegati ma, soprattutto, per l’originalità e le fogge. Sui social in tanti hanno voluto lasciare un ricordo ed esprimere le proprie condoglianze, ricordando l’artigiano orafo.

«Oltre ad essere stato un maestro immenso sei stato un grande Padre, un grande uomo, un grande signore e un grande insegnante di vita – ha scritto il figlio -. Hai sempre combattuto con tanta forza ogni istante della tua esistenza. Ti ringrazio per l’onore che mi hai concesso di essere stato sempre al tuo fianco nel bene e nel male, da te ho appreso la forza di rialzarsi dopo ogni battaglia come un vero leone. Spero davvero che tu sia a fianco a mamma e che siate finalmente sereni. Ti voglio bene Papà».

I funerali di Franco Padiglione si terranno mercoledì 20 aprile, alle 9.30, nella chiesa di San Michele Arcangelo, a Palermo, vicino al suo atelier-laboratorio di via Pipitone Federico.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati