“Il nostro direttore artistico Mario Pupella, il nostro faro, nostro amato padre, stanotte ha fatto per tutti il suo ultimo inchino. Applausi papà, fa buon viaggio. Continueremo a renderti onore”.

Così, su Facebook, il teatro Sant’Eugenio di Palermo ha comunicato la morte dell’attore scomparso a 77 anni.

Pupella, originario di Castelvetrano nel Trapanese, debuttò giovanissimo recitando in Enrico IV di Luigi Pirandello. È stato protagonista di diverse opere teatrali di Plauto, Terenzio, Ben Jonson e Molière e anche in teatri greco-romani.

Successivamente si è dedicato principalmente ai grandi autori del Novecento, curando la regia e recitando in diverse rappresentazioni come L’uomo dal fiore in bocca, L’uomo, la bestia e la virtù, Chi ha paura di Virginia Woolf e I Malavoglia.

Nel cinema ha debuttato come protagonista del film Angela di Roberta Torre. Ha partecipato alle seconde e terze serie de L’onore e il rispetto diretta da Salvatore Samperi nel ruolo di “don Patrono”.

Ne La siciliana ribelle di Marco Amenta è l’antagonista del giudice Borsellino. Ha poi interpretato il ruolo di don Mimì nel film La matassa con Ficarra e Picone. È stato il coprotagonista nel film di Carlo Fusco Vento di Sicilia del 2012.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia