Un viaggio attraverso il patrimonio materiale e immateriale della Sicilia, alla scoperta delle aree rurali delle provincie di Catania, Enna, Caltanissetta e Agrigento.

Questo l’obiettivo del progetto Typical Sicily, presentato ieri alle Ciminiere di Catania, che, si legge in una nota, ”guidando per mano turisti e visitatori, vuole valorizzare questi meravigliosi territori ricchi di natura, tradizioni, mestieri, arte, cultura, colori e sapori, favorendo così la creazione di opportunità occupazionali nelle zone rurali”.

L’idea alla base è quella di diversificare e destagionalizzare l’offerta, promuovendo le tipicità locali e valorizzando il paesaggio attraverso il contatto diretto con i turisti.

Il progetto Typical Sicily è stato realizzato dal Comitato Sicilia dell’Unione Nazionale delle Pro Loco e attuato dai comitati provinciali Unpli di Agrigento, Catania, Caltanissetta ed Enna con i fondi del Psr Sicilia 2014-2010, Misura 7, Sottomisura 7.5 (sostegno a investimento di fruizione pubblica infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture).

”Le Pro Loco rappresentano le aree interne ma anche la straordinarietà di gran parte dei nostri Comuni siciliani e del Paese – ha affermato il vicepresidente e assessore all’Agricoltura della Regione Siciliana, Luca Sammartino – La Pro Loco è uno strumento straordinario per la fruizione turistica ma soprattutto paesaggistico e naturalistico. Grazie ai fondi della nuova programmazione, oggi abbiamo una pagina nuova da scrivere tutti insieme per far sì che le nostre eccellenze enogastronomiche, la nostra straordinarietà naturalistica possano essere messe a fruizione”.

Due le principali linee di intervento del progetto:

  • il potenziamento dell’attività di informazione e accoglienza turistica fornito dalle Pro Loco e l’incentivazione della fruizione dei percorsi rurali;
  • azioni concentriche volte a orientare e guidare il turista alla scoperta dei tesori di quest’entroterra.

”Le Pro Loco riescono a dare concretezza a quella che è l’azione di valorizzazione del territorio, in questo caso col finanziamento dell’assessorato regionale all’Agricoltura, grazie al grande impegno che profondono tutti i giorni e al ruolo di coordinamento compiuto dall’Unpli – ha affermato il presidente dell’Unpli e del Comitato Sicilia dell’Unpli, Antonino La Spina – Con Typical Sicily valorizziamo il patrimonio materiale e immateriale celato nei piccoli centri: un ricchissimo giacimento di emozioni, tipicità, artigianato, feste e tradizioni. Un modo diverso per vivere una Sicilia ancora più autentica”.

Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di SiciliaFan! Iscriviti, cliccando qui!

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia