Una donna inglese ha raccontato ad una vicenda sconvolgente alla quale ha assistito per caso. Mentre era in giro per cercare un abito da sposa è entrata in un negozio in particolare dove c’era una donna in sovrappeso che stava provando un abito. Oltre quest’ultima c’era anche una cliente, insieme alla madre che aveva appena acquistato appena il suo vestito. Madre e figlia non appena hanno visto la donna in sovrappeso con il vestito da sposa hanno iniziato a ridere di lei dicendo: “non capisco chi voglia sposare davvero una come lei!”.La madre, d’accordo con la figlia, ha agiunto: “Non pensavo che le balene si potessero sposare…”. Le loro parole sono arrivate dritte alla diretta interessata che sconfortata per aver sentito quelle cattiverie ha cambiato umore. 

Immediata però è stata la reazione della proprietaria la quale, non appena ha sentito quello che dicevano madre e figlia, è intervenuta.“ Non capisco come possiate pensare di poter acquistare un abito nel mio negozio.”gli ha detto la commerciante. La ragazza offesa le ha detto: “Beh, si sbaglia! Abbiamo già pagato.” La titolare del negozio: ”Oh, lo avete già ordinato? A che nome?” La madre: “A nome di…”  a quel punto si è diretta verso la cassa, ed ha emesso uno scontrino: “dovete firmare.” “Cosa?” chiese la madre. “Dovete accettare il rimborso per il vostro acquisto Potete rivolgervi a un altro negozio per abiti da sposa. Ho cancellato il vostro ordine e non ho alcuna intenzione di aiutarvi. Uscite da questo negozio prima che chiami la sicurezza.”