L'ultimo desiderio è stato quello di  sposare la compagna romena con la quale aveva avuto due figli. Un 38enne della provincia di Bari, in Puglia, malato terminale di tumore, ha coronato il suo sogno due giorni prima di Natale nella chiesa dell'ospedale "Giovanni Paolo II" di Bari. Dopo cinque giorni l'uomo è morto nell'Istituto tumori di Bari.

Il 38enne voleva tutelare le due figlie avute dalla compagna. "Era un giovane paziente in condizioni estremamente critiche. La sua compagna ha espresso la volontà, condivisa dal paziente e dalla famiglia, di unirsi in matrimonio anche per evitare alle due figlie della coppia e ad essa stessa i concreti rischi di natura legale-civile connessi alla  prematura perdita del congiunto", racconta il dottor Attilio Guarini, direttore dell'unità operativa complessa di Ematologia dell'Istituto tumori.