Domenica prossima, 20 novembre, ci sarà la 27ª edizione della Maratona di Palermo, organizzata dall’ASD Media@ e presentata nella sede di Unicredit.

Dopo l’edizione della ripartenza dello scorso anno, quest’anno si attendevano numeri da record, che puntualmente sono arrivati. Circa 2000 gli atleti ai nastri di partenza – le iscrizioni sono ancora aperte – suddivisi tra maratona e mezza.

Quest’anno prevede una novità: le staffette. Sono 30 e gnuna composta da quattro podisti che si divideranno equamente i 42,195 chilometri.

Trenta le nazioni rappresentate. Ci saranno podisti da Gran Bretagna, Belgio, Francia, Lituania, Usa, Spagna, Serbia, Polonia, Ucraina, Ungheria, Danimarca, Svizzera, Svezia, Romania, Malta, Norvegia, Israele, Olanda, Argentina, Libano, Australia, Kenya, Marocco.

Cinquecento gli atleti che correranno la distanza regina, con un trend in crescita anno dopo anno. Lo start sarà dato alle ore 8.30 da piazza Ruggero Settimo, dove è previsto anche l’arrivo.

Un ritorno al recente passato per il percorso sviluppato su due giri identici, che toccheranno il cuore della città e il parco della Favorita: correndo tra storia e arte, la Maratona di Palermo si affaccerà sul Teatro Massimo, la Palazzina Cinese, villa Niscemi, Palazzo dei Normanni, Quattro Canti, San Domenico  la Cattedrale.

Gli atleti

Occhio, come sempre, agli atleti del Kenia. Tra gli uomini ci saranno il vincente e il piazzato della scorsa edizione della maratona di Palermo, rispettivamente Kiptoo Fredrick Kipkosgei e Kiura Denis Mugendi. Il primo quest’anno ha corso la maratona di Varsavia in 2h19’18. Kiura, il più giovane del gruppo, si è piazzato quarto alla recente Torino City Marathon, che ha visto la vittoria del modicano Giuseppe Gerratana. In gara anche Njru Bonface Fundi che si presenta con 62 minuti netti sulla distanza della mezza e a Palermo esordirà nella maratona.

Tra le donne la favorita è Jeptanui Jackline prima alla recente Olioliva Run di Imperia sulla distanza dei 10 km e settima alla Maratonina Città di Arezzo.

Nella mezza ci sarà il vincitore dello scorso anno della 21,097 chilometri Giorgio Giacalone. Ad affrontarlo Soumalie Diakite, ventiduenne di origini somale, da sette anni a Palermo, già vincitore della maratonina di Terrasini e della 10 km che si è corsa lo scorso ottobre nell’ambito della International Palermo Half Marathon.

Al femminile discorso aperto tra la mazarese Letizia Sucameli, la messinese Valentina Catania e la palermitana Barbara Romano e l’altofontina Maria La Barbera, quest’ultima terza assoluta nella distanza regina nell’edizione del 2019.

Nella maratona ci sarà anche Maria Giangreco atleta master capace nel di vincere nel marzo di quest’anno, una edizione molto ventosa della Messina Marathon. Tra le siciliane, sicura protagonista nella distanza regina Simona Sorvillo, nel 2020 campionessa regionale di categoria.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia