I carabinieri di Marina di Ragusa hanno arrestato Gioacchino Frisina, ex bancario di 68 anni, accusato di essersi introdotto in casa del vicino e di avervi appiccato un incendio. L'episodio è avvenuto ieri sera e sarebbe scaturito da alcuni vecchi dissapori. Frisina avrebbe usato un piede di porco per forzare la porta d'ingresso dell'appartamento.

E' stato bloccato nella sua abitazione dopo la telefonata di un passante che aveva visto un uomo uscire dalla palazzina, con fare furtivo, mentre divampavano le fiamme. Lo stesso passante aveva annotato il numero di targa dell'auto con la quale l'uomo era andato via. I vigili del fuoco hanno evitato che le fiamme si propagassero, ma non hanno potuto impdire la totale combustione degli interni dell'appartamento.

militari hanno rinvenuto nell'auto di Frisina tracce di benzina. Accompagnato in caserma, ha confessato tutto: il pm ha deciso per la reimmissione in libertà, visto il quadro indiziario completo, la piena confessione, l'età e il fatto che fosse incensurato.