Dei marocchini pregano in aereo e scatta l'allarme bomba. È successo ieri sul volo Ancona-Roma delle 19.15. Un'altra passeggera li ha notati e si è insospettita. Poco dopo il comandante ha deciso di rientrare in aeroporto e a bordo del volo è salita una squadra di polizia. I controlli delle forze di polizia, Polaria, gruppo cinofili, artificieri e Digos, hanno dato esito negativo. A questo punto l'aereo è regolarmente partito alle 22.07 da Ancona alla volta di Roma.

Tutto, come detto, sarebbe nato da un fraintendimento e dalla grande tensione che in questi giorni, ancor più dopo l'attentato in Turchia, c'è in tutti gli scali d'Europa: ad Ancona una passeggera avrebbe sentito delle persone straniere parlare di un attentato, ma in realtà loro si riferivano all'attentato di Istanbul dove sono morte decine e decine di persone.