Un 40enne di origini marocchine è accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazzina di appena 16 anni sedicenne. I fatti sono avvenuti a Varese, in Lombardia. L'uomo, a bordo di un furgone, ha approcciato la vittima mentre camminava da sola per strada. La ragazza lo ha ignorato e l'uomo le si è messo di fronte e le ha toccato il seno, accompagnando il gesto con parole volgari.

La giovane è riuscita a divincolarsi e, aiutata da un passante, ha contattato il 112 fornendo alla volante una descrizione dell'uomo e del mezzo. I poliziotti hanno rintracciato il furgone, con il finestrino ancora aperto e le chiavi inserite, dal momento che il proprietario si era allontanato. Quando è tornato la giovane lo ha riconosciuto. Il 40enne, finito in manette, è stato denunciato per violenza sessuale aggravata.