C’è anche Matteo Trovò, il bambino inventore di "petaloso", aggettivo riconosciuto dall'Accademia della Crusca, tra i premiati del Comitato dei Cento a Firenze. Il riconoscimento è stato istituito nel 1996 con lo scopo di promuovere iniziative e persone volte a meglio far conoscere e onorare settori della vita italiana particolarmente meritevoli.

Matteo Trovò ha ricevuto il premio da Cristina Giachi, vice-sindaco del Comune di Firenze e da Maria Oliva Scaramuzzi, presidente del Comitato dei Cento "per aver avuto, a soli 8 anni, il coraggio, l’energia di esprimere la propria creatività avventurandosi nel modo delle parole italiane e ideando ‘petaloso’ entrata a far parte della lingua italiana e ormai di uso corrente".

"L’idea di petaloso mi è venuta pensando ai tanti e bei petali di un fiore e la maestra, quando lo ha visto scritto sul quaderno, mi ha detto che era un errore ma bello", ha spiegato il bambino.