AERONET_ETNA.2013328.terra_.1km-300x225L’inverno è già arrivato in Sicilia negli ultimi giorni, con largo anticipo, a dispetto delle azzardatissime previsioni che parlavano di “clima caraibico” sull’isola fino a Natale. Siamo ancora a novembre, e neanche negli ultimissimi giorni del mese, che già fa freddo. Oggi, ad esempio, a Palermo la temperatura minima è scesa fino a +7°C e la massima non ha superato i +11°C con pioggia intensa per gran parte della giornata. Freddo e maltempo anche a TrapaniAgrigento e in tutte le zone occidentali della Regione. Addirittura ad Enna la minima è stata di +2°C e la massima di +5°C. Molto freddo anche a Caltanissetta, con +5°C di minima e +7°C di massima, o a Ragusa con +5°Cdi minima e +9°C di massima.
Più “caldo”, ma comunque ben al di sotto rispetto alle medie del periodo, solo a Messina e Catania dove le massime hanno raggiunto i +14°C. Ovviamente questo clima che già adesso è rigido, diventerà un mite e piacevole ricordo nei prossimi giorni a causa dell’intensa irruzione d’aria Artica che porterà il grande gelo in tutt’Italia. In Sicilia, ovviamente, farà meno freddo rispetto a tutto il resto del Paese, ma rispetto al normale clima di fine novembre avremo temperature fino a 10°C più basse rispetto al normale. A Palermo, ad esempio, le temperature minime scenderanno fino a +4/+5°Cper tutta la seconda metà della settimana, e le massime faranno fatica a superare i +10°C sotto la pioggia tra martedì 26 e mercoledì 27. Più freddo a Caltanissetta, Ragusa, Enna e in tutte le zone interne, mentre a Messina e Catania l’andamento termico sarà molto simile a quello del capoluogo. La neve cadrà copiosa, proprio tra martedì e mercoledì, in tutte le zone interne dell’isola fin dalle basse quote, con accumuli a partire dai 500600 metri di altitudine ma fiocchi che potranno scendere più in basso, fino ai 300400 metri, con locali gragnolate fin sulle coste durante i rovesci più intensi che interesseranno la fascia tirrenica, tra messinese e palermitano.
Invece nel sud/Est dell’isola, tra ragusano e siracusano, il maltempo sarà più intermittente con estrema variabilità e continua alternanza tra schiarite e annuvolamenti. Attenzione, inoltre, ai forti venti di tramontana e grecale che soffieranno fino a 7080km/h su tutta l’isola, rendendo ancor più pungente e fredda l’aria in arrivo da nord/est. Le precipitazioni nevose più abbondanti si verificheranno nelle zone interne settentrionali, tra Madonie e Nebrodi, dove oltre i 1.000 metri di quota l’accumulo supererà i 3035cm, e oltre i1.200 metri di quota sarà di oltre mezzo metro. Come nei giorni più freddi dell’inverno. Ma stavolta a novembre… Per monitorare la situazione in diretta seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazione,fulminazioniradar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

Peppe Caridi