MESSINA – Aveva chiesto, come di consueto nella prassi di Trenitalia, che gli venisse mostrato il biglietto per effettuare la seconda convalida, quella effettuatta dal pubblico ufficiale sui treni, quando ad un tratto, il passeggero sottoposto al controllo, sferra una improvvisa coltellata alla vittima (R.C. di anni 41) attualmente ricoverato all'ospedale con prognosi riservata, senza tuttavia il riservo sulla vita. 

Il capotreno è stato raggiunto da una coltellata all'altezza della scapola, davanti gli occhi increduli degli altri passeggeri, che insieme alla polizia, stanno adesso cercando di ricostruire il caso. Il tutto è avvenuto verso metà mattinata di oggi. 

La tratta interessata dalla disavventura è quella effettuata sulla Messina – Milazzo

I sindacati si dicono indignati per quando accaduto: da anni chiedono maggiore supporto dalle forze dell'ordine per via dell'alto rischio alla quale sono sottoposti i dipendenti di Trenitalia. Dicono ancora "è inconcepibile che una persona possa rischiare la vita sul posto di lavoro".