Mimmo Cuticchio ha donato a Papa Francesco un pupo siciliano che rappresenta San Francesco. Il pontefice ha accolto il dono con una carezza e un sorriso. Nel corso dell'udienza pubblica in piazza San Pietro il puparo e cuntista siciliano ha consegnato al pontefice il pupo e ha mostrato a Papa Francesco un altro pupo, molto più grande, che lo accompagnerà nel suo viaggio verso Roncisvalle, a fine luglio.

"È stato un momento molto importante per il teatro e per la Sicilia – ha detto Mimmo Cuticchio – Papa Francesco ha ascoltato il nostro progetto che dopo 1200 anni, salderà virtualmente il rapporto tra Oriente ed Occidente, allora tra cristiani e saraceni. Il teatro è sopra le guerre e lavora in nome della pace, come tutti noi". 

Sarà un pupo con le sembianze di San Francesco a portare virtualmente il messaggio di pace del pontefice sulla piana tra Francia e Spagna dove, secondo la leggenda, avvenne la battaglia dove morirono i paladini. La tre giorni a Roncisvalle sarà terzo e ultimo capitolo della Macchina dei Sogni, festival internazionale di teatro di figura che i figli d'arte Cuticchio propongono ogni anno.