Sarà l’attrice Miriam Leone la madrina della XVI edizione del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, in programma a Marzamemi dal 25 al 31 luglio. Sul palcoscenico della XVI edizione del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, la showgirl accompagnerà le proiezioni delle pellicole in concorso nella manifestazione, diretta dal regista Nello Correale con la vicedirezione affidata al critico cinematografico, Sebastiano Gesù.

La 30enne siciliana è reduce dal successo a Cannes con il film "Fai bei sogni" di Marco Bellocchio. Miriam Leone debutta come attrice sul grande schermo con il film "Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso" di Giovanni Veronesi. Nel corso della sua carriera ha lavorato con grandi artisti come Christian De Sica, Rocco Papaleo e Angela Finocchiaro. Accanto a Luca Argentero e a Raoul Bova, è il volto femminile del film "Fratelli unici". In seguito prende parte come protagonista femminile alla serie tv di Sky Italia "1992", lavorando accanto a Stefano Accorsi, protagonista e ideatore della serie.

Nello stesso periodo è la protagonista principale della serie tv "La dama velata", feuilleton in costume in onda su Rai 1, che ha riscosso un grandissimo successo di pubblico. Grande successo di critica per "Non uccidere" in onda su Raitre, in cui veste i panni di Valeria Ferro, protagonista della serie. A marzo di quest'anno è al cinema con "Un Paese quasi perfetto" di Massimo Gaudioso.