MISILMERI (PALERMO) – P.T., dipendente del comune di Misilmeri, in provincia di Palermo, si è suicidato in casa. L'uomo aveva 63 anni. A trovare il corpo senza vita, al suo rientro in casa, è stata la moglie. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, oltre ai sanitari del 118, i quali non hanno potuto far altro che constatare la morte.

Tutti, tra amici, parenti e colleghi, lo descrivono come un gran brava persona, sempre disponibile. Tutta la comunità di Misilmeri si è stretta attorno alla vedova e al fratello dell'uomo, che è un prete.