Proseguono le indagini sull'incidente stradale costato la vita a Tiziana Mangano, originaria di Capo d'Orlando e cugina di Lorena Mangano, morta lo scorso 28 giugno dopo essere stata investita da un'auto (Leggi qui). Tiziana, che viveva nel Milanese, si stava recando al lavoro quando si è schiantata con la sua Cinquecento contro un guard rail che delimita la carreggiata del raccordo sull'Autostrada del Sole. Gli investigatori sembrano avere pochi dubbi sulla dinamica dell'incidente. 

L'auto avrebbe sbandato dopo una curva, senza impattare contro altre vetture, e dopo una serie di testacosa si è schiantata. Non ci sarebbero responsabilità di altri automobilisti, ma rimane da capire se è stata la barriera protettiva a uccidere la ragazza. Un testimone ha raccontato che il guard rail, in quel punto, era divelto per un centinaio di metri a causa di un incidente stradale e che i tecnici del comune si erano limitati a segnalarlo con cavalletti e lampeggianti. È per questo motivo che la magistratura ha disposto il sequestro della barriera protettiva e il Comune ha deciso di chiudere quel tratto di strada.