È morto ieri a Rocca di Papa, in provincia di Roma, il giornalista Gianni Morini, a lungo cronista giudiziario dell'Ansa. Morini, 65 anni, era nato a Grottafferata (Roma). È stato stroncato da una lunga malattia. Dopo una gavetta a seguire fatti di cronaca nera, era entrato all'Ansa e si era specializzato in materia di giustizia, seguendo prima l'attività del ministero e poi quella del Consiglio superiore della magistratura.

Infine si era dedicato alla cronaca giudiziaria e aveva seguito le più importanti inchieste che si sono svolte a Roma nella seconda metà degli anni '90. Sempre in aula a ogni udienza, si era occupato, tra l'altro, del processo per l'omicidio Pasolini, di quello per l'attentato al papa, degli scandali finanziari nella cCapitale e dei processi a Prima Linea e alle Brigate Rosse. Di queste ultime aveva seguito ogni evoluzione, dalla nascita fino al declino, che aveva raccontato nei suoi resoconti, dal primo processo alle Br fino al Moro-ter.