Questa mattina è morto in ospedale a Cagliari Salvatore "Doddore" Meloni. Era ricoverato dopo due mesi di sciopero della fame in carcere. L'indipendentista sardo, 74 anni, stava scontando condanne per reati fiscali dal 28 aprile scorso, prima a Massama (Oristano), poi nel carcere di Uta (Cagliari). Leader del movimento 'Meris in domu nostra' (Padroni in casa nostra) e Paris (Partidu indipendentista sardu), era stato arrestato il 28 aprile scorso per cumulo di pene, era stato portato nel carcere di Oristano-Massama, e aveva iniziato subito lo sciopero della fame e della sete.

A seguito delle sue condizioni di salute era stato trasferito nel carcere di Cagliari-Uta, dove aveva proseguito lo sciopero, aggravandosi fino a rendere necessario, il 29 giugno scorso, il ricovero in ospedale. Autoproclamatosi il 2 settembre 2008 presidente della Repubrica di Malu Entu, con la storica occupazione dell'Isola di Mal di ventre avvenuta il 26 agosto, a largo delle coste Oristanesi, Meloni nel 1981 fu protagonista insieme a una decina di persone del complotto indipendentista sardo, che gli costò 9 anni di carcere. Era recentemente imputato anche nel processo contro gli indipendentisti veneti