A luglio la Sicilia potrebbe accogliere anche i turisti stranieri. Questo l’obiettivo del presidente della Regione Nello Musumeci: “A decidere non sarà la politica ma i numeri, la curva epidemiologica. È lì che sta la cabina di regia. Se non aumentano i contagi abbiamo ragione di aprire alle altre regioni dal 3 giugno. E se anche questo dovesse andare bene potremmo pensare anche all’arrivo di turisti stranieri, adottando tutti gli accorgimenti previsti. Penso a una sorta di ‘patente'”.

Le dichiarazioni sono arrivate nel corso di un’intervista a Radio 1 Rai.

“Servirebbe una sorta di ‘patente’, si tratta di definire qual è il criterio – ha aggiunto Musumeci – Ma si tratta di soluzioni parziali, perché il virus continua a essere presente anche in soggetti asintomatici“.

“Credo che bisognerà adottare una soluzione – dice Musumeci – intanto pensiamo a un turismo autoctono, composto da siciliani che si muovono da un posto all’altro della Sicilia, sono 2 milioni di persone”.