Il fatto che compaiano piccoli nei rossi sulla pelle, noti come angioma ciliegia, può essere a volte allarmante. Tuttavia, al di là del fatto che sembrano antiestetici, sono generalmente innocui. Oggi proviamo a capire cosa sono, come determinare se sono innocui e come possono essere trattati.

Un’occhiata ai nei rossi

Scoprire un neo può destare preoccupazione, soprattutto quando è di un colore particolare. La maggior parte dei nei più comuni sono neri o marrone scuro, quindi scoprire un neo rosso sulla pelle inizialmente può spaventare.

Ovviamente il fatto di avere un neo rossastro non vuol dire che si ha il cancro alla pelle. Il colore, la dimensione, la forma distinguono un neo potenzialmente maligno da uno benigno. Solitamente i nei rossi sono benigni e sono semplicemente indice di un invecchiamento della pelle.

Ciò che la maggior parte della gente chiama neo rosso è in realtà un angioma ciliegia. Secondo MedLine Plus, gli angioma ciliegia sono comuni escrescenze benigne delle pelle formate da vasi sanguigni. In campo medico sono conosciute anche come Campbell Morgan  e possono comparire in qualsiasi parte del corpo, ma sorgono normalmente sul tronco. Possono colpire uomini e donne e sono più comuni nelle persone che hanno più di 30 anni.

Gli angioma ciliegia possono variare in dimensione e colore e solitamente sono piatti. Come i nei, crescono di dimensione e potrebbero passare da un millimetro a un centimetro di diametro. Sono di color rosso vivo o viola scuro. I piccoli raggruppamenti di capillari che circondano il neo creano la papula rossa, conosciuta anche come “cupola”.

Nei rossi e segni di cancro

Anche se la maggior parte dei nei rossi sono innocui, la loro posizione e la loro dimensione possono renderli indesiderabili. Questo però non significa che bisogna smettere di prevenirli. Un controllo mensile dei nei ti terrà informato sulla dimensione, posizione e colore di tutti i nei che hai.

Nei rossi

Nei rossi: cosa fare

Al fine di prevenire l’avanzamento del cancro della pelle, dovresti sempre controllare i nei e farli valutare dal medico di famiglia o da un dermatologo in base ai seguenti criteri:

  •  i nei con lati differenti sono chiamati asimmetrici. Questo tipo di nei dovrebbero sempre essere valutati. Immagina di traccia una linea al centro del tuo neo e, se appare grossolanamente diverso, fallo controllare da uno specialista;
  • i nei maligni hanno bordi irregolari e frastagliati;
  • i nei variano notevolmente di colore. In generale, più è scuro, più è alto il rischio che si tratti di un neo maligno. Controlla sempre il colore dei tuoi nei. Se nel tempo diventano più scuri, falli controllare;
  • la malignità di un neo può essere suggerita anche dal suo diametro. La maggior parte dei nei benigni non superano la grandezza di una gomma di una matita. Se il tuo neo è più grande, o continua a crescere, è il momento di prenotare una visita con un medico.

Come trattare i nei rossi sulla pelle

Tieni sotto controllo i nei e, in caso di dubbio, consulta il medico di famiglia. Qualsiasi neo che improvvisamente sanguina, trasuda o provoca dolore deve essere immediatamente controllato da un medico, indipendentemente dal colore o dalla dimensione. Se sospetti che qualche neo può essere maligno, consulta un medico che ti consiglierà se rimuoverlo o meno.

Anche se non si tratta di nei maligni, puoi decidere di rimuoverli. I dermatologi in genere usano un anestetico locale per farlo. Prima di rimuovere un neo, di solito i medici ordinano di eseguire una biopsia per confermare la sua benignità.

Attenzione ai cambiamenti

La pelle può cambiare drasticamente con l’età. Anche se niente può portare indietro le lancette del tempo, la prevenzione è sempre utile. Mantieni il corpo idratato con acqua, fai esercizio fisico per migliorare la circolazione e ripristina l’idratazione persa con creme da notte e lozioni.