Nico dei Gabbiani, chi era Nicola Tirone, il cantante siciliano, leader del complesso di musica beat Nico e i Gabbiani. Biografia, carriera, le canzoni più famose, il successo con “Parole” e il percorso da solista.

Nico dei Gabbiani

Nico dei Gabbiani, all’anagrafe Nicola Tirone, nasce a Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, il 18 settembre del 1944. Muore a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, il 12 aprile del 2012, all’età di 67 anni. Il grande pubblico lo conosce come leader del gruppo “Nico e i Gabbiani” e per la sua successiva carriera da solista.

Come racconta lui stesso in un’intervista al mensile “I love Sicilia“, era “figlio della guerra e della povertà“.  Dopo il diploma al liceo, la ferrea volontà di laurearsi: “Mio padre ferroviere non poteva mantenermi a Palermo. Mia madre si impuntò, mise tre lettini nella mia stanza e con la pigione di tre giovani pensionanti mi spedì a Palermo. Ogni lunedì mio padre mi faceva arrivare da Sciacca sette bistecche, per assicurarsi che io avessi da mangiare”.

Per mantenersi, dunque, Nico inizia a cantare: conosce un quartetto di musicisti carinesi e ne diventa la voce: nascono così Nico e i Gabbiani. La band si dedica a serate nei locali palermitani, poi la svolta: un amico lo convince a tentare l’avventura a Milano, per incidere un disco. Una scelta che si rivela vincente e che dà i risultati sperati.

Il successo con i Gabbiani e la carriera da solita

La band, dopo gli esordi in Sicilia, diviene famosa nel 1967, con il singolo “Parole“, che supera il milione di copie. Nel dicembre del 1969 il gruppo però si scioglie e Nico Tirone inizia una carriera da solista, con il nome di Nico dei Gabbiani. Passa alla CGD, per la quale pubblica nel 1971 il 45 giri con la sigla dello sceneggiato “Il segno del comando”, ma anche la nota “Cento campane“, scritta da Fiorenzo Fiorentini e Romolo Grano.

La versione di Nico vende abbastanza, ma ne uscirà un’altra in seguito, qualche mese dopo, reincisa da Lando Fiorini. Nico cambia casa discografica e passa alla Isola, di proprietà di Tony Ranno, membro dei Beans. Pubblica qualche 45 giri.

Partecipa nel 1975 al Festival di Sanremo con il brano “Io credo“. Riscuote molto successo in Sudamerica e negli spettacoli per gli emigranti italiani negli Stati Uniti. Passa poi alla Five Record, all’inizio degli anni Ottanta.

Nell’anno 1984 la sua canzone “Amarsi” diviene sigla della soap opera “Sentieri” e ottiene il disco d’oro. Nico dei Gabbiani partecipa alla trasmissione “Una rotonda sul mare” e inizia a occuparsi dell’organizzazione di spettacoli. Negli anni successivi prosegue la sua attività, facendo molte serate (a volte insieme a Dino e Gianni Pettenati).

Spesso è ospite di programmi televisivi come “La vita in diretta” e “Domenica In”. Nel 2002 presenta lo spettacolo “Trent’anni in una sera”, in cui ripercorre la sua attività con il complesso e da solista. Svolge, nel contempo, l’attività di insegnante di Matematica e Fisica nelle scuole secondarie.  Muore a 67 anni, in seguito a una lunga malattia, nella sua casa di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati