Le visite dei venditori porta a porta possono non essere sempre gradite, ma quanto accaduto a Bologna supera di gran lunga l'immaginazione. I carabinieri hanno denunciato per minaccia aggravata un uomo di 48 anni che avrebbe reagito nel modo peggiore all'arrivo di due promoter di una società di energia elettrica.

Alla centrale operativa del 112 è arrivata la telefonata dei due malcapitati che, impauriti, hanno chiesto l'intervento dei militari, segnalando che qualcuno, dopo che avevano suonato al campanello di una casa, aveva fatto fuoco contro di loro, sparando con una pistola. Il 48enne aveva allontanato i due malcapitati con una scacciacani: la pistola è stata sequestrata, insieme a 149 proiettili veri, di vario calibro, detenuti illegalmente. Gli inquirenti hanno ritirato, a scopo cautelativo, anche tre fucili, una pistola e una carabina, veri, che l'uomo deteneva illegalmente.