"Non ti vogliamo sui nosti bus". Un messaggio chiaro, diretto e semplice, affisso dall'Amat nei bus della linea 101 e 102 di Palermo, rivolto a Salvatore Romeo, borseggiatore seriale arrestato lo scorso 29 agosto, che dopo la scarcerazione si era vantato sui social network di tornare sempre in libertà. "Abbiamo voluto lanciare un messaggio diretto ed efficace – afferma Antonio Gristina, presidente dell'azienda – rivolto a mettere in guardia i passeggeri ma anche ad affermare la nostra vicinanza e gratitudine alle Forze dell'ordine". 

Gli adesivi con il messaggio sono stati anche tradotti in inglese. "La tutela dei passeggeri e del nostro personale è una priorità dell'azienda e anche per questo motivo, da oltre un anno, a bordo di molte vetture sono presenti i vigilantes. Non voltiamo la faccia dall'altro lato – continua Gristina -. Spero che questo nostro primo passo possa condurre verso una più proficua collaborazione anche con i cittadini, che invitiamo a denunciare senza remore gli episodi di borseggio".

Apprezzamento viene espresso dal sindaco Leoluca Orlando che afferma come "questa iniziativa si inserisce ed è in sintonia con quelle realizzate negli anni in città da tanti cittadini singoli e organizzati contro ogni forma di grande e piccola criminalità, dal pizzo ai posteggiatori abusivi. È un segno di sintonia culturale e collaborazione fra aziende, istituzioni e cittadini, per affermare che non ci sono a Palermo zone franche".