Una rigida politica di gestione delle tariffe relative all'imbarco del bagaglio è da sempre una priorità di Ryanair, ma adesso la celebre compagnia low cost ha deciso di apportare importanti modifiche. Il ceo Michael O'Leary ha comunicato che la compagnia punterà a immettere una tariffa omogenea per ogni tipo di bagaglio da stiva. Cosa significa questo? Obiettivo della società è ridurre il numero delle opzioni di prenotazione per il bagaglio da imbarcare, che diventerebbero così soltanto 6 (invece delle attuali 108).

Al momento, le tariffe Ryanair relative ai bagagli da stiva sono differenziate in base al peso, al luogo della prenotazione (online o in aeroporto), alla presenza di uno o più bagagli e al fatto che ci si trovi in alta o bassa stagione. Secondo quanto riportato da Fanpage.it, saranno abolite le tariffe extra per il secondo, terzo e quarto bagaglio e i costi saranno uniformati per la maggior parte dei bagagli. A quanto pare, però, non tutti ne beneficeranno: chi prenota in bassa stagione può veder lievitare la tariffa del 50%. O' Leary ha spiegato che la maggior parte dei passeggeri effettua il check-in dei bagagli in alta stagione e che la percentuale di passeggeri che imbarca il proprio bagaglio sale fino al 35% durante la stagione estiva, mentre cala al 5% nel mese di novembre.