Nuovi contraccettivi, ma stavolta a esclusiva applicazione maschile: si tratta di un gel che si inietta "in loco". È stato testato lo scorso anno nei conigli e pare possa funzionare a lungo anche sulle scimmie: in una ricerca americana su 16 macachi Rhesus, pubblicata su 'Basic and Clinical Andrology', si è notato che la novità evita concepimenti durante tutta una stagione degli amori – circa 6 mesi – contro un tasso di gravidanza che in un periodo riproduttivo di questi animali è pari in genere all'80%.

Il contraccettivo sperimentale si chiama Vasalgel e potrebbe diventare un'alternativa promettente alla vasectomia. Contrariamente a questa pratica chirurgica di sterilizzazione dell'uomo, infatti, l'applicazione della sostanza dovrebbe avere un effetto facilmente reversibile. Si tratta di un prodotto non farmacologico che, quando viene iniettato nei vasi deferenti forma un idrogel all'interno dei vasi stessi, riempiendoli e funzionando come barriera al passaggio del liquido seminale.

Effetti collaterali? In un unico caso, su una sola delle 16 scimmie alle quali è stato somministrato, si sono rilevati segni di granuloma spermatico (un accumulo di sperma nei vasi deferenti), evento che si registra nel 15% dei macachi e nel 60% degli uomini sottoposti a vasectomia, osservano gli studiosi, e che raramente crea problemi seri.

"Il nostro studio indica che l'iniezione di Vasalgel nei vasi deferenti produce una contraccezione affidabile in maschi adulti di scimmie Rhesus, come dimostrato dall'assenza di gravidanze nelle femmine fertili con cui i macachi sono stati alloggiati nella stagione riproduttiva. L'elemento importante da sottolineare è che l'applicazione del prodotto è sicura e ha dato meno complicanze rispetto a quelle che si verificano in genere con la vasectomia", commenta Catherine VandeVoort del California National Primate Research Centre, autore principale della ricerca.