Una ex base militare diventerà un nuovo resort di lusso a Favignana. L’iniziativa è della società siciliana Camparia, che realizzerà il progetto e assumerà nuovo personale con il supporto di Invitalia. I dettagli dell’opera: come sarà la nuova struttura.

Un nuovo resort di lusso a Favignana

Si parla di un investimento di oltre 10 milioni di euro. L’operazione prevede la riqualificazione di Nido Pellegrino, ex complesso militare composto da due grandi edifici, oggi case vacanza, oltre che di altre strutture belliche in stato di abbandono, cioè trincee, rifugi, polveriera bunker e piattaforme circolari.

Attraverso la creazione di 20 camere con spazi esterni e di diversi servizi, come SPA, wellness, bar, piccola ristorazione e piscine, la ex base verrà trasformata in una struttura turistica di alto livello, con una capienza di 44 posti letto. L’accesso al mare  sarà accompagnato da un “parco bioemozionale“, che valorizzerà la flora e il contesto naturale.

Il nuovo resort a Favignana nasce per iniziativa della società siciliana Camparia e ha il supporto di Invitalia, che interviene attraverso il contratto di sviluppo, con un finanziamento di oltre 4,8 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico. È prevista l’assunzione di nuovo personale.

In programma c’è anche il recupero di un insieme di edifici che fanno parte degli ex stabilimenti Florio, dedicati alla costruzione di attrezzature per la pesca del tonno (l’insieme di edifici è noto come “Camparia“). Si progetta, dunque, di completare l’offerta ricettiva con ulteriori servizi accessori di ristorazione.

Gli ideatori del progetto puntano a dare vita a un complesso ricettivo di eccellenza. Una struttura in grado di affermarsi come polo naturalistico, culturale e balneare, rivolta a un target turistico di alto profilo, su scala internazionale. Tutto dovrebbe essere completato entro la primavera del 2024 e porterà all’assunzione di 100 lavoratori stagionali.

Favignana è capoluogo e isola maggiore delle Egadi. Per la sua forma, il pittore Salvatore Fiume la definì negli anni Settanta la “grande farfalla sul mare“. Dista da Trapani 9 miglia ed è una delle mete siciliane più richieste, soprattutto durante la stagione estiva.

Foto: Alun SaltLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia