MESSINA – E' stato accusato di corruzione di minorenne continuata e non potrà avvicinarsi ai luoghi frequentati da 2 bimbi di 7 e 4 anni. Il provvedimento è stato notificato dai carabinieri di Messina ad L.P., 56 anni: avrebbe costretto i piccoli ad assistere ai rapporti sessuali con la loro madre ed inoltre li avrebbe anche coinvolti in più di una occasione.

Pochi i dettagli diffusi in merito alla vicenda: il tribunale per i minorenni di Messina ha emesso un decreto nei confronti della donna, che ha perso la potestà genitoriale. I due piccoli sono stati seguiti dagli operatori sociali, i quali hanno potuto constatare che i bambini alludevano spesso a pratiche di natura sessuale