Uno sciopero generale per lanciare un ultimatum al governo regionale. Una secca bocciatura che arriva dall’intero mondo del lavoro siciliano a otto mesi dalle elezioni. Cgil, Cisl e Uil si riuniscono al Teatro Politeama di Palermo per chiedere al presidente Crocetta di cambiare rotta su lavoro, sviluppo e tutele.

[Continua la lettura dell’articolo]