PALERMO – Emergono nuovi dettagli a proposito dell'omicidio di Sferracavallo, la borgata marinara di Palermo. E' stato infatti trovato un terzo proiettile all’interno dell’abitazione della vittima, il 43enne Cosimo D’Aleo.

Pietro Billitteri, il 60enne operatore della Rap reo confesso, avrebbe sparato tre volte, riuscendo però a cogliere il suo bersaglio soltanto una.

Un elemento in più che comunque non cambia molto il quadro della lite di condominio, legata al fumo del barbecue, e degenerata in una terribile tragedia.