Va verso una svolta il caso dell'omicidio di Vittoria. L'interrogatorio di garanzia davanti al Gip di Ragusa Giovanni Giampiccolo, infatti, avrebbe permesso di risalire con certezza all'assassino dell’imprenditore agricolo Giuseppe Dezio, 64 anni, ucciso a coltellate nelle campagne del Vittoriese martedì scorso.

L'agricoltore Gaetano Pepi, 70 anni, si sarebbe assunto la responsabilità del delitto, mentre i suoi tre figli Marco, Antonino e Alessandro si sarebbero professati innocenti.

Subito dopo il ritrovamento del cadavere nei pressi del luogo del delitto, tutti e quattro erano stati fermati dai carabinieri. Il legale della famiglia, Santino Garufi, ha chiesto la remissione in liberta dei tre fratelli. 

Il dettaglio probabilmente più sconvolgente dell'omicidio è il movente, decisamente "banale": la causa sarebbe una lite per i confini delle rispettive proprietà terriere.