Il Palazzo Reale di Ficuzza sorge all’interno della riserva del Bosco Ficuzza, in uno splendido contesto naturalistico. L’imponente edificio si trova ad appena 45 chilometri da Palermo.

Chiamato Real Casina di Caccia, venne costruito a partire dal 1799 per il re Ferdinando IV di Sicilia, che la volle come tenuta estiva da adibire alla caccia. Si caratterizza per la una facciata rettangolare e severa, che spicca nello splendido contesto naturalistico. Ferdinando di Borbone vi visse ininterrottamente dal 1810 al 1813.

Il progetto della palazzina è dell’architetto regio Carlo Chenchi e include modifiche apportate dall’architetto Giuseppe Venanzio Marvuglia, che seguì i lavori iniziati nel 1802 e terminati nel 1807.

L’edificio

L’edificio ha pianta rettangolare con prospetto dalle linee neoclassiche dell’architettura siciliana, sovrastato dal gruppo scultoreo del dio Pan e della dea Diana con al centro lo stemma borbonico. Nelle rispettive estremità della facciata vi sono due grandi orologi murali.

Assieme alla palazzina vennero costruiti i fabbricati minori e la piazza centrale. Attorno a quest’ultima si sviluppò nel corso del tempo il piccolo centro.

Nell’edificio si trovano camere, saloni di rappresentanza, cappella privata, cantina, oltre a stalle e magazzini “d’ordinanza”. Il mobilio originale fu distrutto durante i moti del 1820-21.

Foto di Virgilio Ferrara – Wikipedia – Credits