PALERMO – Chiude il padre in casa e lo minaccia e alla fine viene arrestato. Drammatici momenti a Palermo, precisamente in via Calderai, la strada che lega via Maqueda a via Roma. Il ragazzo è finito in manette per "sequestro di persona a scopo estorsivo". Il giovane tunisino se l'è violentemente presa col genitore, "reo" di aver detto di no all'ennesima richiesta di denaro.

Il figlio, a quel punto, è letteralmente impazzito: prime le parole forti, poi l'appartamento messo a soqquadro con una porta vetri in frantumi; il padre, poi, è stato rinchiuso dal figlio in camera da letto sotto la minaccia di un frammento di vetro. Il tutto sotto gli occhi esterrefatti delle sorelle del ragazzo. 

Dopo la chiamata alla polizia dei vicini, gli agenti sono intervenuti in casa. Le "buone" non hanno avuto successo con l'esagitato, che continuava a dare in escandescenze. A quel punto, dunque, l'arresto, non senza difficoltà.